LA FIAT TORINO NON PASSA A VARESE

La sintesi  Fiat Torino chiamata per la 10a sfida di serie A alla difficile trasferta in terra varesina contro l’Openjobmetis, una delle rivelazioni della prima parte di stagione. Per la Fiat Torino sono basse le percentuali al tiro e Varese ne approfitta nel primo quarto chiudendo a +8 (22-14). La Fiat Torino si riavvicina ai rivali a -6 (31-25) ma è ancora Varese ad operare lo strappo nel finale del secondo quarto (39-29). Nel terzo quarto Varese allunga ancora fino a +15, Torino prova a resistere e rimane a -12 a 10 minuti dalla conclusione (60-48). Nell’ultimo periodo la Fiat Torino illude portandosi sul 60-57 con il massimo sforzo. Rifiata un attimo e Varese torna in cattedra con la chiusura sul 77-60.

Sorbino Cup: sconfitta in trasferta per l’Iren Fixi che tiene testa alle lupe per 25’

La decima giornata della Sorbino Cup Serie A1 femminile vede l’Iren Fixi Pallacanestro Torino cedere in trasferta, sul caldissimo e complicatissimo parquet di San Martino di Lupari, dove la Fila Lupebasket s’è imposta per 80-53. Torino ha tenuto testa alla quinta forza del campionato per ben 25’, poi le giallonere hanno imposto a proprio vantaggio il profondo gap tecnico mettendo in cascina la vittoria.

SERIE C GOLD: L’ABET LA FA DA PADRONA ALLA PANETTI, CUS NON PERVENUTO

Non c’è partita alla Panetti. L’Abet fa …l’Abet, e, eccezion fatta per il surreale inizio, domina in lungo e in largo, in ogni zona del campo: i braidesi segnano 77 punti in 36 minuti e staccano l’undicesima vittoria su 11 gare disputate, conservando due punti di vantaggio in classifica sulla Zimetal Alessandria. Il CUS invece non fa il …CUS: inconsistente, del tutto privo di energie, fisiche e mentali, altrettanto di indetità, sia a livello individuale che di squadra, va incontro ad una severa ma giustissima e meritatissima punizione.

LA FIAT TORINO A VARESE CON FIDUCIA

Sarà una trasferta importante quella di domani a Varese, contro l’Openjobmetis di coach Attilio Caja, per la Fiat Torino reduce dalla vittoria in campionato ottenuta sabato scorso in casa contro Trento. Di fronte, una formazione in salute che ha superato la Reyer Venezia sette giorni fa, al Taliercio, e raggiunto quota 12 in classifica, per un terzo posto in coabitazione con Avellino e Cremona.

A CASALE LA CROCETTA LA RISOLVE DA TRE (DOPO UN TEMPO ALL’ASCIUTTO)

Con un break deciso nei primi 5 minuti dell’ultimo quarto, la Crocetta viene a capo della Casale Basket e conquista due punti esterni che le consentono di rimanere agganciata alle primissime posizione. Sono due triple di Taverna ad invertire un trend che vede i salesiani sbagliare le prime 13 conclusioni da tre della gara. E proprio da oltre l’arco, con Pasqualini, a segno due volte a cavallo della mezzora, arriva poi lo scossone decisivo.

SERIE C GOLD: CIRCOLAZIONE E DIFESA, IL CUS ALL’ASSALTO DELLA CAPOLISTA

Capolista e imbattuta. Queste le credenziali che l’Abet Bra presenterà al CUS domani sera alla Panetti alla palla a due delle 20,30.
‘Affrontiamo una squadra con ambizioni dichiarate per il salto di categoria e che viene da 10 vittorie su altrettanti incontri disputati, unica ad aver battuto la Zimetal Alessandria, l’altra pretendente alla B – commenta il coach cussino Ale Porcella -. Se ci aggiungiamo che ci troveremo davanti anche 4 giocatori che hanno vestito la maglia del Cus Torino, ecco che l’incipit per la gara di sabato con l’Abet è bello che scritto’.

Sorbino Cup: domenica l’Iren Fixi a San Martino di Lupari

La decima giornata della Sorbino Cup Serie A1 femminile di pallacanestro vede le pantere della Iren Fixi Pallacanestro Torino rendere visita alla Fila Lupebasket San Martino di Lupari. Dopo aver archiviato la sconfitta casalinga contro Ragusa, il collettivo torinese se la vedrà con una delle squadre più importanti del campionato, nonché una tra le principali outsider della categoria. Le giallonere di coach Abignente ospitano le giocatrici piemontesi perfettamente consce di avere dalla loro tutti i favori del pronostico, dall’altro lato l’Iren Fixi conoscono bene il valore delle avversarie e faranno di tutto pur di ben figurare nonostante il gap tecnico.

LA FIAT TORINO ONORA L’EUROPA MA CADE AL PALARUFFINI ALL’OVERTIME CONTRO IL RYTAS VILNIUS

La sintesi  Penultima partita del Gruppo D di 7Days EuroCup per la Fiat Torino, nella vecchia casa del PalaRuffini e contro il Rytas Vilnius, ancora in corsa per il passaggio allo step successive della manifestazione. Fiat Torino a caccia della prima vittoria stagionale in Europa. Avvio equilibrato, poi il Rytas Vilnius sale a +15 (10-25), ma la reazione dei giocatori di casa riporta in chiusura di frazione lo score sul -7 (22-29). La Fiat Torino sembra potersi rimettere in corsa quando risale a -3 (32-35) ma gli ospiti operano un nuovo strappo e chiudono il quarto a +11 (36-47).

AMAREZZA CROCETTA, TANTI GLI EPISODI DISCUTIBILI

Finisce con Bra che neppure esulta per lo scampato pericolo – i biancoblu si mantengono imbattuti e da soli in vetta alla classifica – e la Crocetta che esce dal campo con mille mila recriminazioni. Tutte giustificatissime per quanto espresso durante i 40 minuti di gioco: i salesiani rasentano per larghi tratti la partita perfetta che coach Arioli aveva chiesto alla vigilia, ma non basta. Li condannano alla sconfitta alcuni episodi avversi e una serie di decisioni arbitrali tanto discusse quanto discutibili.

DOMANI SERA TORNA L’EUROCUP. AL PALARUFFINI LA FIAT TORINO SFIDA IL RYTAS VILNIUS

La penultima partita del Gruppo D di 7Days Eurocup vedrà domani sera, con palla a due dalle 20,30, la Fiat Torino impegnata contro i lituani del Rytas Vilnius. Teatro della sfida sarà il PalaRuffini, sede storica della pallacanestro torinese, a causa dell’indisponibilità del PalaVela. La Fiat Torino andrà a caccia della sua prima vittoria stagionale nella competizione, dopo averla più volte sfiorata e mancata sul filo di lana. Un match che per quanto concerne le statistiche non ha nulla da dire in casa Fiat Torino, se non togliere la fastidiosa casella 0 dalla classifica, mentre è importante per i lituani, ancora in corsa con i montenegrini del Mornar Bar per il passaggio alla fase successiva della manifestazione.